Vertebroplastica percutanea

INTERVENTO DI VERTEBROPLASTICA PERCUTANEA

La vertebroplastica percutanea consiste nell’iniezione percutanea di cemento osseo sintetico nel corpo vertebrale. 

Tale metodica risulta efficace nella riduzione o abolizione completa del dolore nei pazienti affetti da fratture vertebrali, queste ultime causate da osteoporosi, malattia angiomatosa o mielomatosa vertebrale o secondaria a neoplasie ossee non responsive ai trattamenti analgesici farmacologici.

L’ intervento di vertebroplastica percutanea è eseguito in anestesia locale, con il paziente in posizione prona. L’uso di tecniche di imaging fluoroscopico garantisce la massima precisione durante l’intervento. Un ago da biopsia ossea viene introdotto con un approccio transpeduncolare, costo-vertebrale o antero-laterale, a seconda della posizione e della natura della frattura.

Una volta posizionato correttamente l’ago, il cemento osseo viene iniettato nella vertebra. Questo materiale aiuta a stabilizzare la frattura, fornendo un supporto strutturale alla vertebra danneggiata e riducendo significativamente il dolore del paziente.

COME FUNZIONA L'INTERVENTO DI VERTEBROPLASTICA PERCUTANEA

Il cuore dell’intervento di vertebroplastica percutanea è l’iniezione di cemento osseo sintetico nel corpo vertebrale. Questo materiale, una volta iniettato, indurisce rapidamente, fornendo supporto e stabilità alla vertebra fratturata. Il cemento agisce come un rinforzo interno, aiutando a prevenire ulteriori crolli vertebrali e riducendo il movimento nella zona lesionata, che è spesso la causa principale del dolore.

La procedura viene eseguita sotto anestesia locale, riducendo il disagio per il paziente. L’uso della fluoroscopia, una tecnica di imaging in tempo reale, permette al medico di guidare con precisione l’ago da biopsia ossea fino al sito della frattura. Questo approccio minimamente invasivo riduce il rischio di complicazioni e accelera il processo di recupero.

Una volta iniettato, il cemento osseo si lega alla struttura ossea esistente, stabilizzando la vertebra. Questo non solo fornisce un sollievo immediato dal dolore, ma previene anche ulteriori danni alla vertebra colpita.

L’ intervento di vertebroplastica ha una durata di circa 30 minuti per ogni livello vertebrale trattato. Dopo l’intervento, il paziente rimane a riposo per circa 4 ore. La degenza nel centro è generalmente breve, con una dimissione prevista nella prima giornata post-trattamento, seguita da una terapia antibiotica domiciliare.

VANTAGGI E BENEFICI DELLA VERTEBROPLASTICA PERCUTANEA

La vertebroplastica percutanea presenta numerosi vantaggi e benefici per i pazienti affetti da fratture vertebrali:

  • Sollievo immediato dal dolore: uno dei maggiori vantaggi della vertebroplastica percutanea è la sua capacità di fornire un rapido sollievo dal dolore. Il cemento osseo iniettato stabilizza la vertebra fratturata, riducendo il movimento e, di conseguenza, il dolore associato alla frattura.
  • Stabilizzazione della vertebra: il trattamento non solo allevia il dolore, ma stabilizza anche la vertebra fratturata. Questo previene ulteriori danni e crolli vertebrali, contribuendo a una migliore salute a lungo termine della colonna vertebrale.
  • Procedura minimamente invasiva: a differenza di altri interventi chirurgici, la vertebroplastica percutanea è minimamente invasiva. Questo riduce i rischi associati a interventi più invasivi e abbrevia i tempi di recupero, permettendo ai pazienti di tornare più rapidamente alle loro attività quotidiane.
  • Miglioramento della mobilità: con il dolore ridotto e la vertebra stabilizzata, i pazienti spesso sperimentano un miglioramento nella mobilità e nella capacità di svolgere attività quotidiane, migliorando così la loro qualità di vita.

CAMPI DI APPLICAZIONE DELLA VERTEBROPLASTICA PERCUTANEA

La vertebroplastica percutanea è un trattamento versatile e efficace, utilizzato per una varietà di condizioni dolorose, in particolare quelle associate a fratture vertebrali. In questa sezione, esploreremo i diversi campi di applicazione di questa terapia, evidenziando la sua efficacia in vari contesti clinici.

  • Fratture vertebrali da osteoporosi: uno dei principali campi di applicazione della vertebroplastica percutanea è il trattamento delle fratture vertebrali causate dall’osteoporosi. Queste fratture possono essere particolarmente dolorose e debilitanti, e la vertebroplastica offre un modo efficace per stabilizzare la vertebra e ridurre il dolore.
  • Lesioni da mieloma multiplo e angiomi vertebrali: la procedura è anche utilizzata nel trattamento di fratture vertebrali associate a mieloma multiplo o angiomi vertebrali. In questi casi, la vertebroplastica può aiutare a rinforzare la vertebra indebolita e a gestire il dolore.
  • Fratture vertebrali post-traumatiche: in caso di fratture vertebrali dovute a traumi, la vertebroplastica percutanea può essere un’opzione di trattamento efficace per stabilizzare la frattura e alleviare il dolore, permettendo una più rapida ripresa delle attività quotidiane.
  • Neoplasie ossee e metastasi vertebrali: la vertebroplastica può essere impiegata anche nel trattamento di fratture vertebrali causate da neoplasie ossee o metastasi vertebrali. In questi casi, il trattamento aiuta a stabilizzare la vertebra e a fornire sollievo dal dolore associato a queste condizioni.

Il nostro Centro di Cura del Dolore si distingue per l’adozione di metodiche all’avanguardia e per l’attenzione personalizzata ad ogni caso clinico, assicurando che ogni trattamento sia adattato alle specifiche esigenze del paziente. La vertebroplastica percutanea è un esempio emblematico di questo approccio, offrendo una soluzione efficace per coloro che affrontano il dolore e le limitazioni causate da fratture vertebrali.

Per fissare un appuntamento e iniziare un percorso di cura personalizzato, è possibile visitare la pagina dei contatti del Centro.